Distretto del Cashmere

Il Distretto del Cashmere umbro è il risultato di eccellenza di una tradizione tessile che in tutta l’Umbria, e in particolare nella provincia di Perugia, rivela origini antichissime: a partire dalla produzione medievale degli arazzi, passando per la raffinatissima arte del ricamo, diffusa in tutto il territorio in molteplici varianti, fino alla più recente lavorazione dei filati pregiati, l’Umbria ha raccolto nel tempo un sapere antico, rielaborandolo sulla base della propria esperienza artigianale, per metterlo infine al servizio di un nobile prodotto.

Cashmere

Il Cashmere è una pregiatissima fibra tessile, molto sottile, ottenuta dalla lavorazione della lana di un particolare tipo di capra che popola gli altipiani dell’Asia Centrale, già utilizzata dai pastori locali per realizzare tessuti capaci di proteggere dal freddo degli inverni sugli altipiani.
Proveniente principalmente dal Tibet, la fibra grezza ha preso il nome dalla regione del Kashmir, tra India, Pakistan e Cina, in cui veniva lavorata: una fibra calda, morbida, avvolgente e resistente che non ha più smesso di rappresentare un prodotto di grande grande seduzione e pregio, in tutto il mondo.

La pettinatura manuale del mantello dell’animale durante la stagione della muta, generalmente in primavera, consente di raccogliere la prima fibra, che viene poi tessuta in fili e da lì destinata alla lavorazione in prodotti finiti.
L’Italia è il primo trasformatore al mondo di Cashmere pregiato e l’Umbria ne è il distretto più importante: un’esperienza consolidata che va dalla selezione del fiocco di cashmere, fino alla trasformazione in filato, seguendo un connubio solido tra tradizione e innovazione.

Boutiques

Copyright 2018 © All Right Reserved Panicale Cashmere
P.IVA 03534110543